IL BUON UMORE DI MIA NONNA GOVERNAVA LA FAMIGLIA

“ISTINTO INNATO” E “SORRISO DEL BUON UMORE”

DI MIA NONNA GOVERNAVANO LA MIA FAMIGLIA.

La mia famiglia, era numerosa come tante, di cui la nonna si occupava di gastronomia, con ”istinto innato verso la salute” e con il “sorriso del buon umore”, se ne occupava quasi esclusivamente di cucinare per tutta la numerosa famiglia, lo faceva con amore per noi, non gli pesava  la fatica.

Doveva soddisfare tanti gusti, tanti problemi di digestione e qualche problema di incompatibilità alimentare. Era il suo desiderio di provvedere a tutti, ad acuire il suo ingegno nel preparare pietanze gustose e salutari. Sapeva leggere e scrivere, prendeva appunti che utilizzava come spunti per nuove ricette, ma non aveva ricettari e neanche immaginava internet. Aveva ereditato delle conoscenze, scambiava idee con le amiche e creava ricette come auto didatta.

 Il risultato è stato eccellente: nessuno si è mai intossicato e tutti noi, all’allora bambini, siamo cresciuti sani. Cucinava solamente alimenti freschi e genuini, molti dell’orto del vicino controllato a vista. Certamente preparava e utilizzava anche passate, sott’olio, marmellate, noci, mandorle, fichi freschi e secchi e altro con parsimonia e attenzione alla conservazione. In quei tempi, le porzioni non erano esagerate e la cosa ci faceva bene: nessuno di noi era in sovrappeso come accadeva anche in paese.

  Soffrire la fame non è la soluzione al sovrappeso perchè porta al malumore e frustrazioni. Certo che siamo più soddisfatti con la pancia piena e il metabolismo in ordine. Ma allora, che si fa ? La chiave sta nel prendersi cura ragionevole di noi stessi, con il mangiare sano e calorico misurato ai nostri bisogni: porsi un limite e scelte intelligenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code