Levare l’ancora  all’immobilismo dai pensieri distruttivi della qualità della vita. 

Il libero arbitrio consente all’homo sapiens, sulla strada della vita, di cambiarne il senso, purché sia capace di levare l’ancora dai suoi pensieri ruminanti.

Non si può salpare se non si leva l’ancora dai pensieri turbanti, che ci ancorano nell’immobilismo dei dubbi e della sfiducia..

Tutti abbiamo sperimentato le tensione da incertezze e da sfiducia, causate dalle vicissitudini della vita e dalla miscredenza nella nostra capacita di realizzazione. Di certezze abbiamo bisogno, ma anche esse non sono gratuite, come ogni cosa a questo mondo. L’ancora dei pensieri incagliati ha bisogno di manovre per essere rimossa. Sarà il terzo occhio, che vede anche i mondi paralleli a quello delle vicissitudini della vita, a guidare la volontà e la determinazione nell’esercizio del percorso di apprendimento della rimozione della cecità nell’immobilismo  . L’homo sapiens ha facoltà di istruire la propria mente a seminare per raccogliere pensieri di buonsenso. Consumismo e vanità sono desideri di distrazioni ancoranti all’immobilismo, favorite dall’intima servitù, di cui ha scritto Ravasi. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code